La Ribolla Gialla vola a Tirana

La Ribolla Gialla di Filare Italia sbanca alla Guida dell’ Espresso e prende direzione Tirana con il sostegno della Camera di Commercio Bilaterale Italo Albanese.

Qui di seguito l’ articolo che gratifica il lavoro di questa importante cantina friulana.  Il nuovo progetto vitivinicolo Filare Italia si presenta al pubblico. Alla Ribolla Gialla 2018 di Filare Italia sono stati assegnati 4 bicchieri su 5 dalla prestigiosa Guida de L’Espresso.  L’azienda è stata scelta anche per essere ambassador dei Premi Speciali: il “Premio Filare Italia” delle Guide dei Ristoranti e dei vini de L’espresso va allo chef Terry Giacomello del ristorante Inkiostro di Parma per “L’innovazione in cucina”. Doppio successo per Filare Italia, la nuova azienda vitivinicola realizzata da un progetto e un investimento del Gruppo Greenway, con sede nel Medio Friuli e a Pordenone, che opera nel campo delle agro-energie. Nel corso della presentazione delle nuove Guide dei Ristoranti e dei vini 2020 de L’Espresso, che si è tenuta al Teatro del Maggio Fiorentino a Firenze il 14 ottobre 2019, Filare Italia ha infatti incassato due importanti risultati: la sua Ribolla Gialla 2018 ha ottenuto quattro bicchieri su cinque della prestigiosa guida italiana ed è inoltre stata scelta per essere ambasciatore del Premio speciale “L’innovazione in cucina” consegnato allo chef stellato Terry del ristorante Inkiostro di Parma.
I quattro bicchieri sono stati assegnati con la motivazione di essere già diventati “un progetto innovativo che gioca sull’esaltazione dei gusti con semplicità e modernità. Ma anche attenzione rivolta ai consumi e cambiamenti climatici. Si lavora iniziando dalla comprensione della profondità: del mare, della storia e delle terre, vocate scelte per definire tutte le sfumature della ribolla” ma anche pinot grigio, pinot nero, cabernet sauvignon e merlot.
A vincere il premio Innovazione 2020 assegnato dalla Guida de L’Espresso è stato lo chef friulano Terry Giacomello. Dal 2015 alla guida del ristorante Inkiostro di Parma, insignito della stella Michelin già dal primo anno, Giacomello è davvero unico nel panorama italiano. La sua è infatti una cucina totalmente innovativa, nulla di quello che propone in tavola ha il sapore del dejavù, tutto è magnificamente innovativo, spiazzante, decisamente incomparabile con qualunque altra esperienza il palato e il gusto possano immaginare. Cresciuto in Francia con Marc Veyrat e Michel Bras, frequenta per quattro anni la cucina di El Bulli di Ferran Adrià, alcuni con Alex Atala in Brasile e infine al Mugaritz con Andoni Luis Aduriz.Filare Italia, con Terry Giacomello, condivide il carattere friulano e persegue una filosofia moderna e la continua ricerca della sperimentazione e del progresso, con una forte attenzione alla sostenibilità. Inoltre, attraverso il supporto di partner nel settore, Filare Italia ha studiato i principali trend globali sui prodotti, gusti, consumatori e innovazioni dando vita ad un progetto unico nel suo genere che mette di fatto al centro il consumatore, lasciandosi ispirare dai dati raccolti con le più moderne tecnologie di machine learning ed intelligenza artificiale.